Tutti i no delle soprintendenze che ostacolano i tesori d’Italia

di Giovanni Valentini, repubblica.it, 9 marzo 2014 MA NON c’è praticamente comune, provincia o regione d’Italia in cui qualche soprintendente non abbia impedito o quantomeno ritardato per anni la realizzazione di una piccola o grande opera, la ristrutturazione di un edificio storico, il restauro di un monumento o di un altro bene artistico e culturale. È… Read More Tutti i no delle soprintendenze che ostacolano i tesori d’Italia

La modernità del Rinascimento. Un libro di Quondam dimostra che il tema non riguarda soltanto l’arte

di Giulio Ferroni, L’Unità, 1 marzo 2014 OGNI TANTO RITORNA IN EVIDENZA IL RINASCIMENTO: INTESO COME EPOCA DI SPLENDORE ASSOLUTO, DELLA PIENA CAPACITÀ UMANA DI PRENDERE POSSESSO DEL MONDO, del trionfo dell’arte e della cultura, propagatosi dall’Italia all’Europa moderna, in un “rinascere” e rifiorire della vita collettiva, in un movimento irresistibile verso la modernità. Nella… Read More La modernità del Rinascimento. Un libro di Quondam dimostra che il tema non riguarda soltanto l’arte

Beni Culturali: l’addio di Bray e l’arrivo del ‘vicedisastro’

di Tommaso Montanari, ilfattoquotidiano.it, 22 febbraio 2014 Commentando la nomina di Massimo Bray a Ministro per i Beni culturali scrivevo su questo blog: «Salvatore Settis ha scritto che una serie di ministri per i Beni culturali come Sandro Bondi, Giancarlo Galan e Lorenzo Ornaghi, “fosse stata a Firenze nel Quattrocento, sarebbe riuscita a insabbiare il Rinascimento”. Ce… Read More Beni Culturali: l’addio di Bray e l’arrivo del ‘vicedisastro’

I migliori ministri della Cultura? I democristiani!

di Vittorio Sgarbi, ilgiornaleoff.it, 23 febbraio 2014 Li ricordo tutti. Un esercizio di memoria, per dovere professionale. Ma non tutti memorabili. Il primo fu Giovanni Spadolini, il fondatore. Uno storico di tradizione risorgimentale che intendeva il patrimonio artistico italiano come coscienza viva della nazione. Fu per una ragione di orgoglio e di identità che pensò di… Read More I migliori ministri della Cultura? I democristiani!

Le città insensibili

di Richard Sennett, la Repubblica, 18 febbraio 2014 Nelle moderne forme urbane, in modo forse meno evidente, è assente quell’esperienza che Guy Debord definisce “non rappresentabile”, cioè quella mescolanza di popoli e di attività che possono far percepire l’ambiente come sconosciuto, uno spazio problematico che porta una persona a interrogarsi sul suo habitat. La città,… Read More Le città insensibili

La bellezza ci salverà

di Salvatore Settis, la Repubblica, 12 febbraio 2014 La santa alleanza di ambiente, paesaggio e cultura «È urgente elaborare un pensiero comune pratico, uno stesso insieme di convinzioni volte all’azione, innescata dal bene comune e indirizzata alla politica». Sono parole di Jacques Maritain all’Unesco, nel clima della guerra fredda (1947). Ma valgono ancora oggi come… Read More La bellezza ci salverà